auraconte

Intervistiamo per i nostri amici/lettori  la scrittrice Aura Conte

Presentarsi  è il primo passo verso i propri lettori, come lo faresti?

Mi chiamo Aura Conte, 30 anni, sono laureata e scrivo per passione da qualche anno romanzi di diverso genere come horror, fantasy e storici. Ho avuto successi e sconfitte ma in entrambi i casi l’amore per la scrittura è stato difficile da piegare.

2009-2013. Quattro anni intensi che ti vedono autrice di 3 romanzi  entrando nella rosa dei primi classificati con il romanzo storico “Controvento”.

Ce ne vuoi parlare?

Quando scrivi e pubblichi il primo testo non è mai facile passare al passo successivo, l’inizio è abbastanza complicato anche perché esponi le tue fantasie più intime al mondo. “Controvento” è nato come una sfida con me stessa per superare uno scoglio, un blocco dello scrittore, durante la stesura mi sono interrogata se mai fossi stata in grado di ultimarlo trattandosi di un testo ricco di ricerche storiche e ben lontano dallo stile moderno a cui siamo abituati, apprezzato dalla maggior parte delle persone poco “classiche”.

 Ti aspettavi un tale successo?

Quando il libro è uscito classificandosi al primo posto in narrativa storica sono rimasta abbastanza sconvolta, ricordo di aver avuto delle conversazioni con i miei amici di Twitter a riguardo che non riuscivano a capire come mai di tale reazione. Poi sono passati i mesi e il romanzo è tornato al primo posto circa una decina di volte, a quel punto alla sorpresa è seguito un po’ di panico. La verità è che per quanto noi scrittori sogniamo di raggiungere alti obbiettivi, una parte di noi rimane molto scettica e poco speranzosa.

 Dal fantasy al romanzo storico, da quale di questi generi ti senti  maggiormente rappresentata? 

Il romanzo storico è stato sia una piacevole deviazione nel cammino da scrittrice sia una necessità, volevo narrare una differente faccia della Sicilia, mia regione di nascita, dimostrando che il popolo siciliano è ben lontano da alcuni stereotipi. Il fantasy e l’horror sono invece più affini ai miei gusti personali, sebbene in entrambi i casi ho sempre cercato d’inserire delle informazioni su base storica reali. Quindi non saprei cosa scegliere.

 Se dovessi promuovere il tuo libro per incentivarle l’acquisto come ce lo “venderesti?”

“Controvento” è un romanzo storico siciliano, tratta di guerra, amore e ricerca della libertà. Ha uno stile classico, personale e lontano dalla modernità a cui siamo abituati. I personaggi principali sono un gruppo di ragazzi dai 15 ai 35 anni che si ritrovano a dover lottare per la loro sopravvivenza, vi sono pagine leggere ma anche complesse che includono spesso eventi storici realmente accaduti e molto violenti, vi è narrata inoltre una violenza sessuale e la forza necessaria per superarla. Suggerito a coloro che amano le storie complicate, d’amore e passionali.

Annunci