Lucilla LeoneOggi vi presento una bravissima scrittrice, una donna davvero in gamba e dinamica. Conosciamo insieme Lucilla Leone.

Ben trovata Lucilla. Racconta di te ai lettori del blog. Chi è Lucilla nella vita di tutti i giorni?

Intanto Ilaria ti saluto con affetto e ti ringrazio per questa bella opportunità. Lucilla nella vita di tutti i giorni è una giocoliera che tiene in equilibrio parecchi birilli. La casa, i figli, lo studio, il lavoro e la scrittura! Ma la cosa non mi mette più in difficoltà, oramai ho imparato bene il mestiere, e la mia vita scorre liscia. Certo la sera quasi non riesco a stare in piedi, ma non mi importa… perché per scrivere devo stare seduta, quindi no problem!

 Nella tua biografia si legge che hai scritto alcune poesie di genere fantasy medievale. Come mai non hai deciso di farle pubblicare?

Il fantasy medievale purtroppo è andato perduto. Un vero peccato! Avrei potuto magari metterci mano e…chissà. Mentre le poesie sono dedicate a mio padre che non è più con noi sulla terra, e ancora non sono pronta per rendere pubblici i miei  stati d’animo  più intimi riguardo la sua assenza che si fa sentire ogni giorno per me, nonostante siano trascorsi  18 anni dalla sua morte. Forse un giorno le pubblicherò, se avrò il coraggio di mettere a nudo il mio dolore.

  Indio è il tuo romanzo d’esordio. Perché la scelta di questo titolo?

Anche se qualcuno ha detto che non era un titolo intrigante, a me è sembrato il più consono, perché racchiude in sé tutto il senso del libro: Indio come cultura, Indio come uomo

 Raccontaci la storia di Indio e della sua protagonista, Allyson. Cosa dovrà affrontare nel corso della storia?

Allyson è una ragazza semplice, sincera e senza pregiudizi. Conduce una vita tranquilla nella  fredda cittadina di Churchill nel nord del Canada, finchè la sua vita verrà stravolta appena conoscerà i due indios Adahy e Sewati. Scoprirà un passato sconosciuto, che legherà il giovane Adahy alla sua famiglia. Mentre Sewati si innamorerà di lei, proteggendola  e salvandola dal pericolo imminente della strega Pauwau che a quanto pare è più potente di quanto Adahy Allyson e Sewati possano pensare. I pericoli che Ally dovrà affrontare saranno molti, ma il suo angelo custode sarà sempre accanto a lei, senza lasciarla un attimo.

   La copertina di Indio è molto bella e colpisce subito. E’ stata una tua idea o ti sei fatta aiutare nel scegliere come realizzarla?

La copertina è stata elaborata da una giovane ragazza che si cimenta a livello amatoriale in queste cose. Appena ho visto la bozza della copertina di Indio, mi sono resa conto che il mio pensiero e soprattutto la trama e l’ambientazione di Indio, erano stati tradotti graficamente alla perfezione.

  Nel tuo romanzo si parla di indiani, perché questa scelta? Hai un particolare interesse per questa popolazione?

Adoro la loro cultura molto mistica, la loro vicinanza alla natura, e il loro grande rispetto per essa. Ho sempre provato grande interesse per i nativi americani.

  Sei una lettrice? Se sì qual è il genere che più ti attrae?

Si, sono una lettrice. Leggerei continuamente! Se un libro è bello e interessante, può piacermi indipendentemente dal genere. Il ritmo in un romanzo mi piace sostenuto, con dialoghi ben preparati e una trama possibilmente non banale o almeno non ripetitiva. Ma tuttavia il mio genere del cuore è il fantasy, e ultimamente il paranormal romance.

   Ti piace ascoltare musica? Se sì quali sono gli artisti che più ti piace ascoltare?

La musica mi piace proprio tantissimo, come il cinema. E in entrambi i casi preferisco gli artisti d’oltreoceano. Non potrei citare qualche gruppo o singolo artista che amo di più rispetto agli altri, ce ne sono una miriade: Gli u2, i cranberries, i coldplay, i Guns ‘n Roses, Phil Collins, Adele, insomma, potrei continuare per ore. Per rilassarmi però ascolto la musica celtica, il pianoforte, e il violino della Stirling.

  Cosa significa per te essere una scrittrice?

Significa sprigionare la fantasia. Scrivere è la valvola di sfogo attraverso cui le mie idee vengono fuori a volte come un fiume in piena! Il mio io-scrittore ora è diventato una parte troppo importante di me, quasi un alter ego a cui non posso più rinunciare.

 I tuoi prossimi progetti?

Avevo in mente un romanzo, ma poi la mia testa che viaggia come un treno e il mio cuore pulsante mi hanno indirizzata a tutt’altro progetto. Il primo di una trilogia paranormal romance che sto scrivendo con grande passione e che credo fermamente appassionerà altrettanto i lettori.

 

 

Annunci