Memorie dal nulla

Come veleno che scorre dentro un corpo vuoto, le Memorie del Nulla, passano inosservate nel Tutto, di cui esse comunque fanno parte.  Perchè noi siamo il Nulla e il Tutto nello stesso e stupido istante. Il libro è diviso in due parti le quali  rappresentano  la Luce e le Tenebre di una persona;  ma questo in fondo, è solo un mio madornale e grossolano errore, perché in fondo l’essere umano è  diviso in frammenti che un mosaico Bizantino. Nella prima parte “Le Memorie della Luce” l’autore affronta il tema della Luce intesa come amore  affetto, speranza,  futuro. Nelle  “Memorie delle Tenebre” invece, tutto ciò che riguarda il lato negativo di ogni cosa dalla dannazione, alle malattie e alla morte.

 

Lorenzo Carbone è nato e risiede a Genova. Studente (e laureando) di Storia Moderna e Contemporanea presso l’Unige. Grande appassionato di Storia del Novecento e di Letteratura Gothic-Noir. Tra le sue altre passioni:Musica Metal ( di quasi ogni genere)e classica, videogiochi, biologia, antropologia (specialmente culturale), paleozoologia ,esoterismo,teologia, cultura asiatica (specialmente cinese e giapponese) e storia militare.

 

Annunci