Roxie (2)Oggi ospitiamo Rossana Lozzio, una bravissima scrittrice che ha iniziato a scrivere per gioco e poi travolta dalla passione ha lasciato libera la sua voglia di scrivere, d’esprimersi raccontando d’amore e amicizia, senza fermarsi mai.

1)      Benvenuta Rossana. Raccontaci di te, di come è avvenuta la scoperta della scrittura e del perché te ne sei appassionata.

Grazie per l’ospitalità e ben trovati, amici di Espressione Libri! La passione per la scrittura è nata insieme a me, credo fossi predestinata a scoprire questo grande amore che mi avrebbe accompagnato durante l’intera esistenza… papà era giornalista pubblicista e mi ha lasciato questo meraviglioso dono in eredità.

2)      Nel 2005 esce il tuo primo libro, “Fino alla fine”. Come ti è venuta l’ispirazione e perché la scelta di questo titolo?

L’ispirazione per questo romanzo è arrivata direttamente dal cuore e con il cuore, l’intera storia è stata scritta. La scelta del titolo non poteva essere che questa… le storie d’amore che racconta, sono di amori destinati a vivere per sempre, anche se sembra non debbano essere corrisposti, anche se sarebbe stato più semplice arrendersi di fronte alle complicazioni. Amori destinati a durare, appunto, “fino alla fine”!

3)      In seguito, nel 2008 escono “Hollywood e dintorni” e “Le ali di un angelo”, quest’ultimo avrà poi un seguito nel 2010, “L’angolo delle fragole”. Parliamo del primo, Hollywoood e dintorni”, cosa racconti in questo libro?

“Hollywood e dintorni” è nato come una sorta di omaggio al mio telefilm preferito di quegli anni, “Moonlighting”, con Bruce Willis e Cybill Sheperd. Si sviluppa, quindi, intorno a questa bislacca coppia di investigatori privati che operano in un’Agenzia Californiana e che, in parte per lavoro e in parte no, frequentano tanta bella gente del patinato mondo dello spettacolo Hollywoodiano. Una storia con molti personaggi e molte pagine… un vero romanzo, con intriganti storie d’amore e di complotti orditi in nome del dio denaro.

4)      “Le ali di un angelo” e “L’angolo delle fragole”, di cosa parlano e perché la scelta di questi due titoli?

“Le ali di un angelo” racconta di Alessio, un cantautore che ha da poco perso l’unica donna che sia stato in grado di amare, Giulia e dell’incontro, in qualche modo pilotato proprio dalla giovane donna scomparsa, con Melania. Colei che saprà raccogliere i suoi cocci, comprenderne la natura complessa e farlo innamorare di nuovo.

“L’angolo delle fragole” è stato scritto perché alcune delle persone che avevano letto il precedente, mi chiesero di prepararne un seguito. Mi misi alla prova e subito dopo averlo terminato, dato che mi convinse, decisi di pubblicarlo.

La scelta dei titoli è stata quasi obbligata… “Le ali di un angelo” sono l’oggetto che Alberto Fortis (colui che mi ha ispirato il personaggio di Alessio) utilizzava in una coreografia sul palco quando interpretava “Hai ragione tu”, brano carismatico quasi quanto lui e che decisi immediatamente di mettere sulla copertina del romanzo. Mentre “L’angolo delle fragole”, non era nient’altro che quello che Alberto definisce come “il posto delle fragole”, che esiste e che fa parte del giardino della sua grande casa domese in cui è nato e cresciuto, prima di spiccare il volo per il mondo con la sua musica.

5)      Nel 2011 esce il tuo quinto libro, “Una farfalla sul cuore”, che ha debuttato al Salone Internazionale del Libro di Torino. Com’è stata questa esperienza?

Edizioni Il Ciliegio mi invitò a debuttare proprio al Salone di Torino e per me, è stata un’emozione molto forte che non dimenticherò. Presentammo lì il romanzo e fu la maniera migliore per far cominciare a volare quella magica farfalla dalle ali delle tonalità del blu!

6)      Di questo libro ho letto che è nato come esperimento su facebook. Raccontaci perché.

Ho un gruppo di affezionati lettori che mi seguono su Facebook. Insieme a loro, decisi di proporre di “costruire” il romanzo che stavo per iniziare a scrivere e di tanto in tanto, durante l’estate del 2010, pubblicai dei sondaggi con alcune opzioni, invitandoli ad esprimersi per esempio sui nomi da dare ai personaggi o sul colore che avrebbe dovuto avere la farfalla, mentre intanto continuavo a creare la storia che sarebbe diventata “Una farfalla sul cuore”. Senza nemmeno sapere se avrei trovato un editore disposto a sposare il mio progetto, figuriamoci!

E’ stata un’esperienza divertente e che mi ha regalato moltissimo. Ringrazio ancora le persone che hanno collaborato all’esperimento e spero che saranno sempre al mio fianco, supportandomi e confrontandosi con me, quotidianamente.

7)      Nel 2012 esce  “Un pubblico di stelle… sorride”. Perché la scelta di questo titolo?

Questo titolo mi è stato suggerito dal testo di una vecchia canzone che amo molto e che si adattava enormemente alla storia che stavo scrivendo, che vedeva il cielo stellato essere protagonista sin dall’inizio.

8)      Laura e Simone sono i protagonisti di questo tuo capolavoro. Chi sono Laura e Simone?

Laura è un medico chirurgo affermato di circa quarant’anni che opera in una Clinica svizzera, diretta dal marito. Simone è di qualche anno più giovane di lei e ne è innamorato, da sempre. Ha lasciato il paese sul confine italo-svizzero nel quale sono cresciuti insieme, proprio per provare a dimenticarla ed è diventato una pop-star famosa in tutto il mondo. Un cielo stellato di molti anni dopo, li rivedrà incontrarsi… chissà cosa succederà?

9)      Tra tutti i tuoi libri, ce n’è uno a cui sei più affezionata? Se sì, quale e perché?

Decisamente, anche se li amo tutti, “Fino alla fine”. In parte, perché è stato il primo libro che ho pubblicato e in parte perché la sua protagonista Amber Rose Hamill ed io siamo praticamente una sola persona.

 

10)  Progetti che potremmo leggere in futuro?

Sto per pubblicare il mio secondo romanzo con Edizioni Il Ciliegio, “L’emozione ha la tua voce”. Credo che vedrà la luce sul finire dell’estate e non vedo l’ora, perché sono molto legata a questa storia che, tra l’altro, è stato un altro dei miei esperimenti. L’ho scritto interamente in prima persona ed è una novità per il mio stile. Spero vi piacerà e vi invito, sin d’ora, a comunicarmelo, magari sulla mia pagina Facebook (http://www.facebook.com/pages/Rossana-Lozzio/64907401416). Vi aspetto!

Annunci