Roberto Baldini

Un autore pieno d’amore e di idee che aspettano solo di poter prendere vita, cosa che gli auguriamo visto il suo talento nel regalarci momenti d’amore. Conosciamolo.

Ciao Roberto, dalla tua biografia si legge che è stata tua madre a far nascere in te la passione per la lettura. Che genere ti piace leggere?

Ciao a te, Ilaria, e grazie dell’ospitalità! In genere amo le storie d’amore, comunque leggo un po’ di tutto: thriller, romanzi d’avventura, fantasy… AMO leggere!

Quando è iniziato dentro  te l’amore per la scrittura?

Direi da sempre. Già da adolescente mi dilettavo a scrivere racconti spaziali, dell’orrore, fantasiosi… Poi, una decina di anni fa, ho deciso di scrivere un mio racconto d’amore. Un racconto arrivato a quasi 500 pagine…

 Parlaci un po’ di te. Chi è Roberto nella vita di tutti i giorni?

Mah, non sono un argomento così interessante…

Ho sempre lavorato a contatto con la gente, poiché i miei genitori gestivano un hotel. Stare in mezzo agli altri è stimolante. Personalmente sono sempre stato creativo, ho sempre amato scrivere poesie, magari canzoni, oppure creare interi mondi con le costruzioni, quando ero piccolo… Con la scrittura ho davvero trovato la mia dimensione. Parlando di cose più “frivole”, adoro il mondo dei motori e la musica, il rock inglese in particolare.

 Parliamo dei tuoi romanzi adesso. Il tuo esordio avviene con Chapter Love, una storia d’amore. Ci descriveresti in breve di cosa parla?

Chapter Love è una storia d’amore tra i banchi di scuola. Parla delle prime volte, le prime esperienze sentimentali, i primi turbamenti. Si tratta di una sorta di ritratto del mondo degli adolescenti, un ritratto che, oltre all’amore, comprenderà l’amicizia, la musica, lo sport, il mondo della scuola… La storia d’amore principale, ovviamente, è quella tra i due protagonisti, Keith e Venus. Anche i loro amici, in compenso, troveranno un po’ d’amore nelle loro vite, perché tutti noi meritiamo almeno un capitolo d’amore, nella nostra vita…

Il tuo secondo romanzo è Rising Love. La storia di Heather e Jake, due bambini, due amici, che crescono tra un gioco spensierato e l’altro. Quando arriva l’adolescenza i due ragazzi s’innamorano e provano quel sentimento chiamato amore. Una storia che a molti capita di vivere. E’ una storia nata dalla tua fantasia oppure hai vissuto un’esperienza simile da ragazzo?

 Rising Love, come la maggior parte delle mie storie, non rispecchia la mia vita. Le mie storie rispecchiano ciò che avrei voluto vivere, storie che per un motivo  per l’altro non ho vissuto. Così le scrivo, e mi sembra di viverle almeno un poco… In realtà c’era una ragazzina che mi piaceva, da bambino, ma il finale è risultato differente da quello di Rising Love…

Trai ispirazione dalla musica per scrivere i tuoi romanzi o racconti? Se sì, quale genere di musica ami di più?

L’ispirazione mi giunge da ogni dove, sono sicuro che anche quest’intervista mi ha già lasciato un qualcosa da utilizzare in futuro… Comunque la musica mi dona tantissima ispirazione, non riuscirei a scrivere senza un sottofondo musicale. Chi amo? Pink Floyd, Porcupine Tree, Within Temptation, Marillion, Nosound… E dovrei andare avanti ancora un bel po’…

  I romanzi rosa di solito sono un campo in cui gli uomini non amano cimentarsi. Come mai hai scelto questo genere?

Me lo dicono tutti! Che dire? Amo l’amor e amo scrivere d’amore, quindi… Ah, chiaramente adoro anche leggere storie d’amore.

  Hai scritto altri romanzi o racconti di generi differenti? Se sì, quali generi?

Ho già sette romanzi pronti nel cassetto, più diversi racconti pubblicati in varie antologie e una cartella piena di idee nel pc… Ho scritto un romanzo d’amore fantasy, un altro ambientato nell’affascinante mondo delle corse clandestine, uno di spionaggio… E non finisce qui…

 Spesso nei romanzi l’autore crea i personaggi basandosi sulle vite di amici o parenti. Anche per te è così, oppure i tuoi sono frutto della tua testa?

Per me è così solo in parte. In ogni mio libro vi è la figura del migliore amico del protagonista che ricalca fedelmente quella del  mio migliore amico nella vita reale. Per il resto prendo spunto un po’ da tutto, mischiando il risultato ottenuto con le mie idee.

Progetti futuri?

SCRIVERE!!!!!!!! E anche leggere… Voglio che questa mia ardente passione divenga il mio futuro, il mio pane quotidiano. E non mi fermerò fin quando ciò non accadrà. E poi, sono un ariete… ho la testa dura.

Annunci