copertina nuova finita 

Virginia MancoVirginia Manco nasce a Palermo, il 20 settembre 1992, in una famiglia di musicisti:  la madre, Giuseppa Ballo è infatti un’arpista di professione e suona nell’Orchestra Sinfonica del Teatro Politeama  di Palermo, mentre il padre, Antonello Manco, insegna pianoforte al Conservatorio di Musica di Palermo. Lei stessa ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni ed è entrata al Conservatorio all’età di undici; parallelamente alla passione per lo studio della musica, ha coltivato anche quella per la parola scritta, realizzando due raccolte di poesie già negli anni del liceo, dove ha brillantemente conseguito la maturità classica nel 2011. Nel luglio del 2012 ha partecipato, nella città di Monreale, all’iniziativa “I Luoghi del Raccontare”, presentando tre delle sue poesie. Nel novembre 2012 alcune Sue poesie sono state pubblicate nel volume “L’orma del Poeta”, edito da Tracce nel vento. L’iscrizione alla facoltà di Lettere classiche ha confermato l’amore per la letteratura e la cultura classica, i cui riferimenti permeano  in maniera a volte sorprendente la Sua scrittura. Così i suoi versi vivono, e amplificano, la potenza evocativa del mito e la forza istintuale della passione più bruciante, ritmati  dall’incedere pulsante di parole, immagini e suggestioni. Davvero, l’intero universo sembra dimorare per Lei in quella parola, donna, forte e delicata al contempo, che è matrice autentica, prima ancora che della Sua poetica, della Vita stessa. E non può essere altrimenti, soprattutto quando avverte che questo universo è così spesso violato, offeso e, ancor peggio, incompreso. Ed è proprio qui il dolore, e non ci si può rassegnare lasciandolo muto, inascoltato… Urge dargli voce, è  parte del respiro stesso della Vita.

Annunci