Le verità inattese

LE VERITA’ INATTESE

E’ un romanzo con sfondo poliziesco, che si sviluppa in tre parti:
 la prima, con un prologo e tre capitoli, si svolge dall’inizio degli anni ’60 fino alla metà degli anni ’70, tra un immaginario paese della provincia di Catania e la Svizzera;
 la seconda, con dodici capitoli ambientati sempre nella metà degli anni ’70, è caratterizzata anche dalle esperienze professionali e dagli spaccati di esistenza quotidiana di un gruppo di sei carabinieri di una Stazione dello stesso immaginario paese della provincia di Catania;
 infine l’epilogo, che completerà un quadro di verità davvero sorprendenti ed inattese.

La storia inizia tra i banchi di scuola, dove si conoscono i tre protagonisti (Aldo, Andrea e Giulia), appartenenti a famiglie di diversi ceti e diverse condizioni economiche, le cui vite si intrecceranno in modo indissolubile: le famiglie di Andrea e Giulia saranno costrette ad emigrare in Svizzera ove, a prezzo di sacrifici, i due ragazzi riusciranno a laurearsi, incontrandosi ed innamorandosi. Un imprevisto dividerà però le loro strade e la giovane sarà costretta a tornare improvvisamente in paese e a sposare Aldo, arrogante e dispotico, figlio di un ricco e potente imprenditore terriero, legato alle “eminenze grigie” della società dell’epoca.
Le indagini su un omicidio, con colpo di scena finale, arricchiscono la storia con pagine di vita quotidiana dei sei componenti della Stazione dei Carabinieri, dalle quali emergono, oltre ai costumi e alle tradizioni locali, anche i valori sociali, morali e umani sottesi all’attività dell’Arma dei Carabinieri, insieme alla cultura professionale, all’etica e all’onestà che caratterizzano questa Istituzione come preziosa icona nazionale in difesa della legalità, della sicurezza e del valore della vita in senso più ampio, contro ogni potere occulto che nello svolgimento delle indagini cerca di condizionarle.
Tra i temi sociali che fanno da sfondo all’intera vicenda trovano eterna memoria anche l’abbandono dell’agricoltura e l’emigrazione dall’Italia meridionale, la devastazione dell’ambiente, attuata in nome dell’industrializzazione selvaggia, la violenza sulle donne e le diseguaglianze sociali causate anche dalla sproporzione nella distribuzione delle ricchezze, con una riflessione sui ruoli svolti dalla Chiesa in questo campo e, in particolare, nello sviluppo delle comunità dell’Italia meridionale.

Link per l’acquisto

http://edizionicera1volta.wordpress.com/le-verita-inattese-giuseppe-marletta/

Le verità inattese è su  Facebook

Giuseppe Marletta Giuseppe Marletta è nato a Catania nel 1966. Si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri, dove ha ricoperto incarichi da sottufficiale e ufficiale. È sposato e ha tre figli. Nel corso della sua carriera ha prestato servizio in varie città italiane e ha frequentato vari corsi di aggiornamento e specializzazione. Laureato in Scienze dell’Amministrazione e amante delle buone letture (Wilbur Smith, John Grisham, Clive Cussler), si è cimentato nel 2011 nell’impresa di scrivere un libro in gran parte autobiografico, ispirato a fatti e persone verificatisi e conosciute nella sua esperienza umana.
Con Le Verità inattese è alla sua seconda esperienza di autore di narrativa, confermandosi ancora una volta abile scrittore della letteratura italiana del Terzo Millennio, con pagine di vita intrecciate su radici storiche e sociali che riaffiorano ad eterna memoria.

Annunci