copertina dove le strade

SONO TORNATI PER SALVARCI… O ALMENO E’ QUELLO CHE HANNO DETTO

DOVE LE STRADE NON HANNO NOME
Acar Edizioni
ISBN 978-88-6490-062-9
E’ possibile che entità extraterrestri abbiano fatto visita ai nostri antenati? E’ possibile che in un periodo della storia o magari agli albori di essa gli esseri umani siano stati in qualche maniera indirizzati verso la civiltà e la tecnologia? Ci sono enigmi tutt’ora irrisolti, manufatti e dipinti che non possono appartenere alle epoche in cui sono stati fatti; misteri come le linee incise sulla sabbia del deserto di Nazca, in Perù, che solo viste dall’alto si rivelano come i contorni di gigantesche figure… e se invece fossero piste d’atterraggio per antiche astronavi? La costruzione delle Piramidi, studi recenti hanno dimostrato che anche oggi, con tutta la tecnologia di cui si dispone, sarebbe complicatissimo costruirne di uguali. E cosa sapevano i Maya di così importante da poter indicare con tale precisione una data tanto lontana nel tempo? Chi li ha aiutati? Chi li ha influenzati nelle loro scelte? Queste misteriose entità torneranno da noi? E tutto ciò come influenzerà il nostro tempo?
Partendo da domande come queste, Monteduro costruisce un romanzo avvincente, pieno di situazioni e di personaggi credibili, dove ognuno sarà chiamato a fare la propria scelta.
Un romanzo che porterà gli stessi lettori a chiedersi quanto di ciò che viene raccontato, sia in realtà possibile.
Dove le strade non hanno nome, di Fabio Monteduro, edito da A. Car Edizioni, certamente non è il classico libro sulle profezie Maya che forse in molti si aspetterebbero. È molto di più.
Il titolo riprende un successo della band musicale degli U2 e trasporta il lettore ai confini della fantascienza, il tutto a partire dal 20 Dicembre 2012, ovvero un giorno prima di quello che è considerato da molti “l’ultimo giorno della Terra”.
Le vicende sono ambientate tra Città del Messico, Roma, Parigi e Detroit e vedono protagonisti vari tra cui studiosi, di archeologia e clipeologia, agenti di polizia e studenti della Sorbonne.
Storie separate eppure così vicine tra loro fino a quando non s’intrecceranno in dubbi e domande sull’esistenza degli alieni o degli umani stessi.
Le profezie sono state interpretate correttamente? E in tal caso, si riferiscono alla fine dell’umanità o all’inizio di una nuova era? E gli alieni che parte hanno in tutto questo?
Il lettore viene trasportato ai confini della realtà e forse anche un passo più in là, quando si trova spontaneamente a porsi domande riguardo all’essere stesso dell’umanità. Perché in fondo, nell’intero universo, i veri alieni potremmo essere noi.
Dove le strade hanno un nome è un romanzo che sa distinguersi, unendo la storia, la fantasia e la fantascienza, senza perdere di vista però l’ importanza di una base documentata, unendo così i piccoli pezzi di puzzle che fanno di un libro un ottimo romanzo.
In questo libro non troverete forze malefiche o benefiche, ma solo i rappresentati di una società, scientifica e non, alle prese con l’inimmaginabile, che spesso trascinerà via secoli di certezze.
Un libro che appassionerà anche gli amanti della storia della popolazione dei Maya, grazie alla minuziosa descrizione di manufatti e vita.

Link per l’acquisto: http://www.ibs.it/code/9788864900629/monteduro-fabio/dove-le-strade-non.html

Fabio Monteduro

Fabio Monteduro nasce a Roma nel 1963. Il suo modo di scrivere, definito cinematografico, perché riesce a rendere al massimo “visivamente” le storie che racconta, ne ha fatto accostare il suo nome a grandi scrittori contemporanei, uno tra tutti Stephen King del quale non nasconde la passione e da cui ha tratto iniziale ispirazione.
I suoi romanzi ed i suoi racconti brevi, spesso ambientati in Italia, sono sempre più frequentemente improntati al “thriller” più che al vero e proprio “horror”.
Va detto però che la differenza tra questi generi letterari, nel suo caso, è sempre molto sottile.
Attività:
2002 – 2006 – Ha pubblicato diversi racconti per la rivista “Progetto Babele”.
2003 – Una sua ghost story è presente nella raccolta “DaZeroaSei, il meglio di Progetto Babele 2002”. “Tavole della Legge” è votato dai lettori della rivista come miglior racconto dell’anno.
2003 e 2004 alcune delle sue opere sono state pubblicate dalla rivista americana MAG – the Muse Apprentice Guild.
2004 – Esce il suo Primo Romanzo, una raccolta di racconti sul paranormale: “So chi sei …ed altre ossessioni”, edito da Progetto Babele, che riceve la menzione della giuria al concorso letterario “Città di Pavia”.
2005 – Esce il suo Secondo Romanzo: l’horror parapsicologico “Avamposto dell’Inferno”, edito da Edizioni La Riflessione.
2005 – Un suo racconto è presente nella raccolta “DaSetteaDodici, il meglio di Progetto Babele anno 2005”. Il thriller “Catalessi” è votato dai lettori della rivista come secondo miglior racconto dell’anno.
2007 – Il suo racconto esoterico “Il signore degli inganni”, è risultato vincitore della sezione “Racconto Inedito” del premio letterario Edizioni Creativa. Questo racconto è stato pubblicato nell’antologia “Racconti creativi”.

2007 – Nella sua veste di scrittore thriller/horror, è stato intervistato per la stesura di una Tesi di Laurea, riguardante l’Incubo.
2007 – Il suo racconto breve, il sorprendente “La sesta vittima”, è presente nella raccolta “Parole in Corsa V” edito da Edizioni FullColorService.
2008 – Il suo racconto “Il Signore degli Inganni”, viene pubblicato anche dalla rivista “Short Stories”.
2008 – Pubblica il suo terzo romanzo, ottava opera della sua carriera: il thriller parapsicologico “Anima Nera”, edito da Statale 11 Editrice.
2008 – Un suo racconto, l’horror classico intitolato “Antinomia”, viene pubblicato nella raccolta di racconti “Famiglie Assassine”, edito da Statale 11 Editrice.
2008 – Finalista del Premio Letterario Città di Castello, si classifica settimo, su 216 romanzi partecipanti, con un romanzo ancora inedito al tempo, il thriller “Zona di Frontiera”.
2010 – Pubblica il suo quarto romanzo, decima opera della sua carriera: “Jodi”, un thriller esoterico poliziesco, edito da A.Car Edizioni.
2010 – Il suo racconto “La cravatta del festeggiato”, già apparso in “So chi sei …ed altre ossessioni”, viene pubblicato in “Nero Lazio”, raccolta di racconti pubblicata da Giulio Perrone Editore.
2011 – Viene pubblicato il suo quinto romanzo, il primo in formato e-book: “Zona di Frontiera”, edito da Abelbooks edizioni; un thriller che esplora la mente umana come mai nelle precedenti pubblicazioni dell’autore.
2011 – Un suo racconto, il thriller “Una scheggia di vetro infranto”, viene pubblicato nella raccolta “Viterbo in giallo 2010”, edito da Edizioni Il Foglio.
2011 – Esce il sesto romanzo della sua carriera: “Otto Minuti a Mezzanotte”, una raccolta di racconti horror edita da A.Car Edizioni.
2012 – Esce la sua settima pubblicazione: “Dove le strade non hanno nome”, un romanzo che tratta da vicino le possibili implicazioni di visite extraterrestri nel passato dell’umanità.

PUBBLICAZIONI:

So chi sei …ed altre ossessioni (2004)
Avamposto dell’inferno (2005)
Anima Nera (2008)
Jodi (2010)
Zona di Frontiera (e-book) (2011)
Otto Minuti a Mezzanotte (2011)
Dove le strade non hanno nome (2012)
Sito ufficiale: http://www.montedurofabio.altervista.org
L’autore è presente nel social network Facebook

Annunci