Una lettura natalizia e non solo!

Genere: commedia romantica

Una quarantenne, single con un matrimonio fallito alle spalle, è alla ricerca del grande Amore! Riuscirà a trovare l’uomo “giusto” seguendo la scia di segnali che solo apparentemente potrebbero sembrare coincidenze e che porteranno proprio nell’ultima notte dell’anno al risultato finale perfetto, come in un algoritmo.

La storia si svolge in un piccolo paese immerso nel cuore verde dell’Italia, nel contesto degli insoliti locali che fungono da enolibreria e galleria-café, dove Cinzia lavora come art director.

“Con una laurea in matematica ci saremmo aspettati tutt’altro da te!” commentano le amiche della mamma, per non parlare dei genitori stessi che l’avrebbero voluta insegnante o impiegata in banca. Ma Cinzia è proprio soddisfatta delle sue scelte professionali e si sente adattissima a ricoprire il ruolo: arte e matematica sono da sempre legate in modo indissolubile; dalla piramide di Cheope alla primavera di Botticelli, dal progetto di musica automatica di Mozart fino al modulor di Le Corbusier.

Piuttosto, è la sua vita sentimentale a fare acqua da tutte le parti: gli unici appuntamenti che le fanno battere il cuore sono quelli virtuali con un perfetto sconosciuto, “incontrato” sul forum di un sito d’arte, che le invia cervellotiche e-mail nascondendosi dietro lo pseudonimo di Adrianomeis. Ma a Cinzia sembra non bastare più un uomo “fatto di parole e pensieri” e che esiste da qualche parte lontano, in un punto imprecisato dell’etere…

Ed ecco che nell’ultima settimana di dicembre, mentre nella galleria-café fervono i preparativi per il cenone di capodanno, una serie di eventi ed incontri straordinari con uomini “fatti di sangue e carne” si inseriscono tra degustazioni di vini e cioccolato, assaggi di musica e reading di poesie. Il cuore di Cinzia è in tumulto, intuisce che sta per arrivare il grande momento…

Già, ma quale sarà l’uomo giusto? Improvvisamente ne sono comparsi troppi:
Sarà il dolce Ivan che ogni giorno le fa dono di una poesia premonitrice?
Sarà il bellissimo Amadou, sassofonista nella jazz-band chiamata, guarda caso, “Algorithm”?
Sarà il misterioso pittore frattalista Mattia Corsi che all’improvviso le invia il suo book di dipinti per chiederle di organizzargli una mostra?

Il finale giunge a sorpresa proprio la notte di capodanno! Cinzia si accorge che tutto le era già stato predetto da una delle poesie di Ivan. Non si stupisce: “non è strano che la Poesia possa leggere e decifrare gli algoritmi della vita”.

Link d’acquisto:
http://www.ARPABook.com
http://www.edizioniARPANet.it
http://www.ARPANet.org
disponibile anche come e-book

STELLA STOLLO è nata a Orvieto il 25 dicembre 1963 e si è laureata in Lingue e Letterature Orientali presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Lavora come insegnante a Montepulciano, dove vive con il marito, due figlie e due gatte. Scrive da sempre, per pura passione, poesie, racconti e romanzi.
Il romanzo “Io e i miei piedi” (Graphofeel edizioni) è il suo romanzo d’esordio e ha vinto il Premio Letterario Cogito ergo Scrivo 2011..
Sempre nel 2011 è stato pubblicato il suo secondo romanzo “Algoritmi di Capodanno” (ARPANet edizioni).

Annunci