Fratelli dello Spazio Profondo

Fratelli dello spazio profondo è del 1997, il primo di una serie di quattro racconti di pirateria spaziale. Potrebbe essere vagamente paragonabile a Guerre Stellari, ma non gli assomiglia per niente. Dato che non ho mai sopportato la gente che scrive senza sapere quello che dice, per realizzarlo ho dovuto farmi prestare i libri degli amici di mio figlio. Chimica e fisica per le trovate geniali. Le biografie di Cesare, Alessandro il Grande e Annibale per la strategia militare. Piero Angela per la scienza dei viaggi a velocità luce, e vari altri. Mi sono infiltrata in una crew di writers per descrivere i Loonies e il loro gergo.
Nessun altro personaggio mi ha dato soddisfazioni quanto Brian Black.
Non tanto perché scrivere, quando si parla di lui, è veramente divertente, ma perché Brian non è un personaggio di sola azione: ha un cervello, ha un’anima, si pone delle domande e talvolta è tormentato dal dubbio, si mette in gioco, ricomincia tutto daccapo. E come tanti personaggi di carta, ha preso vita. Tant’è che ogni tanto mi racconta qualcos’altro di lui, e ricomincio a scrivere.

Link per l’acquisto http://www.booksprintedizioni.it/libreria.asp?q=erika+corvo
Per la versione digitale con e-Pubblica: http://www.epubblica.com/ebook/fratelli-dello-spazio-profondo-18.aspx

Erika Corvo

Erika è nata a Milano il 17 dicembre 1958, e tutto quello che sa fare l’ha imparato da sola. A diciassette anni ha inciso un LP con la Baby Records, vincendo, tra più di duemila partecipanti, in un concorso per lanciare nuove voci, nella categoria cantautori. Ha iniziato a scrivere per dimenticare i mille problemi del vivere quotidiano e ha creato innumerevoli mondi di fantascienza e fantasy. Due figli, uno smisurato amore per gli animali e una grinta inusuale; un personaggio poliedrico dai mille interessi e dalle mille risorse.

Annunci