Nella storia raccontata da Francesco Paolo non si entra in punta di piedi, ma ci si ritrova da subito imbrigliati in uno scambio epistolare ricco di emozioni talvolta contrastanti, anzi contrastate da una donna che non si delinea né si comprende con facilità. Delio, il protagonista è ossessionato dalla ricerca di un amore impossibile, profondo e vero, ricco di musicalità perfetta e vive questo legame da romantico eternamente innamorato dell’Amore. Delio l’amore lo respira, lo desidera, lo immagina e lo racchiude esclusivamente in Elli, la protagonista. Quella protagonista che l’autore identifica come la parte femminile , che in ogni uomo esiste, rivestendo così il ruolo di attore con il volto e l’anima di una donna. Ruolo nel quale l’autore, attraverso il protagonista, entra con facilità e totalmente quando si trova a trasformare il ricorrente bisogno d’amore in bisogno d’amare, tipico del ruolo femminile. Il concetto che racchiude emblematicamente il tutto è espresso dall’inviato (il narratore) “Quel bacio, avvolto nel rosso mistero di una rosa, è qualcosa che può accadere realmente oppure è soltanto l’eterno sogno umano per soddisfare quel vuoto che percuote corpo ed anima dal principio alla fine della vita?”recensione di Maria Capone (Adrena)

viaRecensione a “Il mistero del bacio nell’alone rosso di una rosa” di Francesco Paolo Dellaquila a cura di Adrena.

Annunci