La raccolta Blocco note di Oliviero Angelo Fuina appare inizialmente “slegata” dal vincolo di un tema che sappia unire i versi in un unico involto. Eppure, chi sa ascoltare saprà scorgere non uno ma ben due fili conduttori all’interno della stessa.Il primo è il blocco note, in altre parole il quadernetto o il foglio volante che, in quest’ultimo caso, sa meglio raffigurare l’esigenza dell’autore di trasportare con immediatezza il proprio sentire. Il secondo è caratterizzato dal ripetitivo utilizzo del termine “pensieri”. Ed è proprio il pensiero che consente all’autore di comunicare, ma è anche l’elemento la cui importanza è stata sempre alla base di ogni considerazione filosofica. Ed è attraverso la visione poetica di Oliviero Angelo Fuina che, come possiamo notare è frenetica e incessante, il lettore si ritrova a vagare su una serie di tematiche che vanno dall’introspettivo al sociale. Apprezzare, sentire e toccare la dolcezza, la musicalità e l’armonia dei suoi versi saranno il passo successivo, indubitabilmente caratterizzato dalle emozioni incalzanti che si snodano sciolte toccando così le corde viscerali di chi saprà lasciarsi trasportare.recensione di Maria Capone (Adrena)

viaRecensione a “Blocco note” di Oliviero Angelo Fuina a cura di Adrena.

Annunci