Domande al silenzio di Marco Incardona è un libro da leggere con l’attenzione che merita. In esso non vi è soltanto la narrazione di una storia di un uomo colto e intelligente che affronta dignitosamente problematiche politiche e sociali del nostro Paese, ma diventa un vero e proprio mezzo di comunicazione lasciato nelle mani del lettore. Il signor Dauder, il protagonista, non si lascia travolgere dagli attuali accadimenti storici ma affronta, a volte con cinismo altre con approfondite analisi di gestione e di comportamento, ogni singolo elemento sul quale il protagonista si è soffermato a discutere o a riflettere.
Si avverte già dalle prime pagine che quello che abbiamo di fronte non è un romanzo come molti altri, così come appare evidente che il signor Dauder non è un uomo comune. Ogni argomentazione affrontata è poi suggellata da alcune frasi, scritte in francese, che oserei definire stille di saggezza e che toccano l’animo nel profondo, anche quello del più cinico degli uomini.
Dauder è un personaggio comune a pochi ma nel quale ognuno vorrebbe essere riconosciuto.
Marco Incardona, con questo straordinario libro che non vuol essere né un’analisi filosofica, né men che una lezione di economia, lancia la sua sfida all’uomo nella difesa di quei valori sociali che dovrebbero essere condivisi da ogni uomo. (Adrena)

Annunci