E’ uscito Nescafè Frappé, il romanzo d’esordio di Mauro Corticelli edito da 0111 edizioni.
Il romanzo, suddiviso in scene dal ritmo cinematografico, narra la storia di 4 uomini e 4 donne le cui vite, nell’arco di 3 mesi , si incontrano e si scontrano, dando vita ad emozioni, speranze e delusioni, fino ad un finale a sorpresa.
L’autore tenta di esplorare le insoddisfazioni dei 30-40enni avvicinando mondi e vite comuni di impiegati, liberi professionisti e artisti alle prime armi, personaggi che cercano nei sentimenti e nel sesso la medicina per curare e riempire i propri vuoti, tutto questo arricchito dalle grandi passioni dell’autore, i viaggi, la musica leggera e soprattutto la pallacanestro.
Il personaggio principale, Cesare, è un giocatore professionista costretto a scendere tra i dilettanti a causa di un problema cardiaco. Ecco che anche il microcosmo dello spogliatoio di una squadra di basket diventa protagonista della narrazione insieme ad una rievocazione dello scudetto 2005 della Fortitudo, un passaggio fondamentale della trama e dell’evoluzione della storia.
Passando per Città del Capo, Lucera, il Pireo e Vancouver, il romanzo si snoda tra i panorami mediterranei di Cefalonia e soprattutto le vie di Bologna, cercando di raccontarne le atmosfere e le contraddizioni di una città sempre meno bolognese e sempre più complicata, in cui i personaggi sembrano smarrirsi.
Nescafè Frappé è disponibile in tutte le Librerie Coop di Bologna (Ambasciatori, Centro Lame, Centro Borgo e Minganti) e prenotabile in ogni libreria sul territorio nazionale. Inoltre si può ordinare sia in versione cartacea che e-book su IBS, Amazon e le principali librerie on-line.

Nescafè Frappé, il gusto dell’estate 2012
http://www.0111edizioni.com

 

Recensione di Gino Centofante
Nescafè Frappè, è l’opera prima di Mauro Corticelli, edito da Zerounoundici Edizioni. La storia o meglio le storie vedono protagonisti diversi personaggi come: Chiara un’aspirante cantante, Simona un’impiegata, Cesare è un ex giocatore di basket professionista costretto da un problema cardiaco a giocare con i dilettanti, Gianni manager, Amalia una ricca imprenditrice, Beatrice un’istruttrice di fitness tutti collegati tra loro, impegnati con la quotidianità e la perdizione di essa, perché la vita è tanto bella ma può portare anche tanta indefinitezza facendoti sentire un po’ un funambolo solo che percorre a passi lenti la triste corda della vita. La narrazione si evolve tra Bologna simbolo e con antiche successi legati proprio al mondo del basket e l’isola di Cefalonia dove proprio il Nescafè Frappè è all’ordine del giorno. E’ stato piacevole gioire, pensare, immaginare insieme a tutti i personaggi e rivivere momenti attraverso continui flashback. Mauro Corticelli autore all’esordio ha una scrittura piacevole ma nello stesso tempo da limare sicuramente in alcuni punti del romanzo che seppur scorre veloce non ci e vi farà dimenticare sicuramente una Bologna d’altri tempi e una Cefalonia dove lo scorrere delle giornate è cronometrato dalle felici consumazioni. Come sempre quando leggo un autore mi piace sempre documentarmi e sbirciare se si può nella sua vita e mi è piaciuta molto una risposta che l’autore da in un’intervista essendo a mio parere anche ironico.
A quale fascia d’età ritieni il tuo romanzo più adatto? Tuoi coetanei cioè 30/40 anni? Mi raccontavi una tua visione sul sentimento o sull’amore in generale, vuoi dircela?
Mauro Corticelli: Credo di sì, anche se potrebbe essere propedeutico per i ventenni che saranno trentenni in un mondo ancora più complicato di quello che attraversiamo noi trentenni-quarantenni di oggi. Perché in fondo sono i modelli con cui ci bombardano quotidianamente i media a creare stereotipi frustranti che contribuiscono a renderci insoddisfatti. In questa fase della mia vita sono portato a pensare che l’amore sia un artifizio come la religione e la politica, creato dall’uomo più che dalla natura. L’affetto e l’amicizia sono sicuramente più veri e vicini alla natura, ma l’amore …no, in questo momento, non farmi parlare d’amore!

Oggi sempre più la televisione ci bombarda con immagini perfette, stereotipi ormai che dovrebbero essere superato ma così non è, la veicolazione è continua e persistente sta al nostro essere dimostrare l’intelligenza di tirarsene fuori e non entrare nel mondo di tristi corpi simili a stampini per sfornare le torte della nonna. Detto ciò mi trovo d’accordo con l’autore e neanche a me non venitemi a parlare d’amore, potrei mordervi.

 

book trailer http://www.youtube.com/watch?v=5_VWbjaQ7LY

L’intervista su Radio Bologna International:
http://www.youtube.com/watch?v=MoY26OoDMQo&feature=player_embedded

 

Biografia 

Sono nato a Bologna e per questo non riesco a pronunciare la lettera Z.

Nella vita faccio l’impiegato, un Fantozzi qualunque.

Amo il BASKET e ancora oggi, dopo più di 30 anni passati con la palla arancione in mano, segnare un canestro è una grande emozione.

Poi ho scoperto un altro divertimento, altre emozioni, la SCRITTURA, e ora provo a scrivere romanzi. Se avete voglia di seguirmi SONO A VOSTRA DISPOSIZIONE!

 

http://maurocorticelli.blogspot.it/
Mauro Corticelli on Facebook

Annunci