SINOSSI EMOTIVA DI “MEDITAZIONI AL FEMMINILE” DI MICHELA ZANARELLA

Leggendo questa nuova raccolta di poesie dal titolo che ci introduce nel mondo delle elucubrazioni femminili è doveroso ricordare una frase di Eugenio Montale: “È ancora possibile la Poesia?” Sotto lo sfondo così cupo dell’attuale civiltà, anche le arti tendono a confondersi, a smarrire la loro identità. La tecnologia comunicativa sembra sia riuscita ad annientare ogni possibilità di solitudine e di riflessione.
“Siamo spiriti di un secolo che divora le memorie” ricorda la Zanarella in una sua poesia qui raccolta.
Il tempo si fa più veloce, opere di pochi anni fa sembrano “datate” e il bisogno che il poeta ha di farsi ascoltare prima o poi diventa bisogno spasmodico dell’attuale, dell’immediato.
“Michela Zanarella è una voce giovane che trabocca di vitalità e di amore per la vita, vuole donare se stessa e non teme di manifestarsi con slancio in un mondo invece sempre più invaso dal cinismo e sempre più spento di sentimenti, dove anche la poesia diventa spesso solo un arido De profundis.”
Così Donatella Bisutti chiarifica la Poesia raccolta nella silloge Meditazioni al Femminile, e Giuseppe Neri specifica che: “Questa nuova raccolta di liriche di Michela Zanarella si configura come un intenso canzoniere d’amore che oscilla tra sensualità e spiritualità, tra naturali pulsioni dei sensi e l’esigenza di sublimarle al fuoco della passione.”
In un tale paesaggio di esibizionismo quasi isterico di scrittura, quale può essere il posto della più discreta delle arti, la Poesia? Un’arte che scaturisce dal silenzio e dalla meditazione, frutto di solitudine e di lenta maturazione espressiva poetica che trova il suo transfert comunicativo in Michela Zanarella, nata a Cittadella, Padova, il 01-07-1980. Inizia a scrivere poesie nel 2004, ed è ora tradotta in inglese, francese, spagnolo, arabo.

recensione di LUCIANO SOMMA

MEDITAZIONI AL FEMMINILE

Un libro, questo di Michela, che si legge d’un fiato, e già dalla prima poesia :”LAPILLI DI VITA” restano impressi, come scoloiti su un marmo, versi come: “Voglio esplodere di te/e sapere il sapore del mare”
Versi sonori e ritmici dove è presente un eros al femminile che si snoda in una poetica ricca di nuove espressioni formali e di suggestioni tematiche. “Mi fai rispondere alla vita/ come un rossore di favola e di fiato” scrive ancora Michela proseguendo “mi cerchi in sguardi d’agosto/getti il tuo azzurro a bordo delle mie labbra.”
Si potrebbe pensare dal titolo ad un’opera monotematica ma invece l’Autrice spazia da un argomento all’altro, ARCOBALENI E RUGIADE- CALDE PIUME- PADRE- MADRE tra i tanti titoli che la memoria mi riporta alla fine della interessante lettura.
In una delle prefazioni è stato fatto un accostamento con la poetica di Alda Merini, noto anch’io una similitudine di temperamento ma Michela è meno “aggressiva”, meno arrabbiata, più dolce e trainante verso i viali d’un percorso a mio avviso più coinvolgente.
Oggi, sicuramente più di ieri, la poesia femminile è massicciamente presente ovunque, nell’ottocento fino a quasi la metà del novecento poche sono state le donne scrittrici o poetesse che hanno lasciato veramente un segno, una pietra miliare per le generazioni future. Oggi invece notiamo, e Michela ne è un meraviglioso esempio, che la penna femminile riesce, come alcune maschili, a suscitare nel fruitore quella emozione da brivido nella lettura di alcune belle pagine.
Concludo con la significativa chiusa della poesia: “ARIA D’OTTOBRE” : ” Ed io, aria d’ottobre/m’inchino a bere elemosine di terra”.
Siamo avidi noi tutti della carità del creato, è il nostro cibo e la nostra acqua che ci disseta in un deserto d’umanità che purtroppo spesso latita e che vorremmo più presente per la condivisione di questa nostra unica ed irripetibile avventura terrena.

info per l’acquisto  http://blomming.com/mm/sangeledizioni/items/meditazioni-al-femminile

 link book trailer http://www.youtube.com/watch?v=rOHAa9V26Hk

Biografia Michela Zanarella è nata a Cittadella, Padova, il 01-07-1980.
Inizia a scrivere poesie nel 2004. Personalità di Cultura e Poeti locali si accorgono del suo talento naturale che pone nell’esprimere la vita in versi.
Ottiene già da subito buoni risultati nel campo della poesia convalidati da premi nazionali ed internazionali. Ottiene pubblicazioni in antologie di poesia a tiratura nazionale.
La sua poesia è tradotta in inglese, francese, spagnolo, arabo. Pubblica una sua prima raccolta di Poesie dal titolo “Credo” con l’associazione culturale MeEdusa ed ottiene subito successo di critica e di lettori che le fanno raggiungere una tiratura nazionale di oltre mille copie.
Partecipa attivamente alla diffusione della poesia intesa sia come mezzo di comunicazione sia come elemento di alta cultura nel dibattito tra i giovani.
È stata ospite della trasmissione radiofonica condotta da Rosanna Perozzo su Radio Cooperativa di Padova.
Alcuni articoli specifici sulla sua vocazione poetica sono presenti in quotidiani quali il Mattino di Padova, il Gazzettino di Padova, il Padova, la voce dei Berici; in settimanali come Periodico Italiano; in trimestrali come Orizzonti distribuito dalla Feltrinelli, e sull’on-web.E’ socia onoraria dell’associazione u.i.s.p. “Infiniti Sogni”.
Ha partecipato alla trasmissione televisiva “Poeti e Poesia” su Televita, a Roma. “Risvegli”, ed. Nuovi Poeti, è la sua seconda raccolta poetica. Ha pubblicato il terzo libro “vita, infinito, paradisi” ed. Stravagario nel giugno 2009. A dicembre del 2009 le Edizioni GDS pubblicano la sua prima raccolta di racconti dal titolo “Convivendo con le nuvole” che ottiene un’ampia diffusione sul web.
Ha partecipato come membro di giuria al premio “Ebbri di poesia 2009” organizzato da Irene Sparagna. Ha ottenuto il terzo posto nella categoria “poesia edita” al premio “Memorial Gennaro Sparagna 2009”.
È stata nella Commissione di Giuria del Premio Internazionale “Città di Torvaianica” 2010.
È I classificata al Premio “pubblica con noi 2011” della Fara Edizioni.
Michela Zanarella ha curato la prefazione di:
. la raccolta di fiabe “Le sette favole per imparare a sorridere” di Tiziana Mignosa, ediz. Miele.
. la silloge poetica “Il volo del gabbiano” di Franco Pucci, ediz. Narrativa & Poesia
A gennaio 2011 viene pubblicato dalla Sangel Edizioni la silloge di Michela Zanarella “SENSUALITÀ, poesie d’amore d’amare”.
Il Teatro Argot Studio, a Roma, il 18 marzo 2011,organizza Risveglio di primavera in poesia, “Michela Zanarella in recital” con la sponsorizzazione della Provincia di Roma.
Cinque sue poesie sono pubblicate nel sito ufficiale di Pier Paolo Pasolini ed altrettante all’interno del sito ufficiale di Alda Merini. Ha ottenuto recentemente il secondo posto al premio “Donne…sulle tracce di Eva, è finalista al You Artist Festival 2011 di Roma, è tra i vincitori del Premio Giovanna Dalla Torre.
Sta scrivendo il suo primo romanzo. A gennaio 2012 è uscito “Meditazioni al femminile” Sangel Edizioni. A giugno 2012 ha partecipato all’Estate Carrarese, organizzata dal Comune di Padova, con lo spettacolo “Gioco d’identità”, florilegio dalle sue sillogi. Ha recentemente ottenuto diversi premi letterari, è seconda classificata al Concorso Internazionale di Poesia Inedita “Il Tiburtino”, è prima classificata al Secondo Premio di Poesia “Paola Albanese”.

Annunci