Mi sarebbe piaciuto riuscire a scrivere favole e fiabe per bambini, ciononostante, non ci ho mai provato. Volevo qualcosa di diverso che racchiudesse un po’ le caratteristiche di tutt’e due i generi, qualcosa che si avvicinasse maggiormente alla realtà – lasciando spazi di riflessione intensi ma non moralistici.

Nasce così la “realfiaba”.

Per spiegarla al meglio, forse, dovrei partire non tanto da cos’è ma da cosa non è. Non è una favola, perché i protagonisti non sono mai animali ma creature umane, come nella fiaba, ed allo stesso tempo non è una fiaba, perché mancano personaggi chiave quali elfi, fate, streghe, giganti, orchi, folletti e così via. I mostri e gli orchi, anche se non materialmente presenti, sono sostituiti dai problemi della moderna società: droga, alcool, anoressia, violenza e quanto altro si vuole; le fate, invece, o le figure straordinarie dai poteri magici, sono rimpiazzate da persone normali, personaggi che ognuno di noi ha la possibilità di incontrare nel suo cammino di vita, come un parente o un amico e alcune volte, perché no, da un angelo. Le fiabe e le favole sono entrambe racconti fantastici; le realfiabe, invece, sono narrazioni reali di creature umane che vivono avventure normali di vita quotidiana, e, mentre le fiabe, giustamente, si rivolgono ad una fascia di giovani lettori, le realfiabe vogliono rivolgersi a persone più adulte. In tutte e tre le classificazioni, comunque, sono sempre presenti un protagonista, un antagonista e degli aiutanti e, se nella favola sono animali e nella fiaba esseri umani o soprannaturali, nella realfiaba sono soltanto esseri umani – con esclusione dei rari casi in cui la figura umana è sostituita da quella soprannaturale degli angeli o di creature ad essi assimilabili. Il protagonista nella realfiaba rimane sempre l’eroe coraggioso che è destinato a superare delle difficoltà, l’antagonista è rappresentato unicamente dal sentimento, dalla scarsa autostima, dall’abbandono e così via, e l’aiutante svolge una funzione di tramite ben precisa: ritrovare il coraggio e la forza interiori per lottare creando così una sorta di svolta di vita. Il finale della realfiaba, come nella fiaba, ribalta totalmente la situazione iniziale e regala unicamente una conclusione felice. A colorire il tutto, per non appesantire troppo la narrazione, stralci di naturale bellezza, prosa o poesia.

Adrena

Vieni a trovarmi su www.realfiabe.it

dove acquistare “Realfiabe”http://www.ibs.it/code/9788860371782/realfiabe.html

Annunci